21 feb 2013

Sesso Sfrenato Tutte le Notti: Il Giudice li sfratta dal Condominio per disturbo della quiete pubblica





PROMO

                        


La sua attività preferita disturbava i vicini a tal punto che sia la loro vita quotidiana sia le loro condizioni psicofisiche hanno subìto serie ripercussioni, testimoniate da referti medici. Schiamazzi, urla e musica alta: la sua “attività” non in un gruppo punk-rock. Il quarantenne in questione, B.Z, era dedito al sesso. Sfrenato. Da mezzanotte in poi, la vita era impossibile a tutto il condominio di Limena, a Padova, tanto da costringere i suoi inquilini ad adattare le proprie abitudini, oltre ad abituarsi agli inequivocabili rumori che arrivavano dall’appartamento del focoso vicino.  

Per esempio anticipavano l’ora di cena, per non parlare dei bambini: meglio addormentarli prima, e sperare che il loro sonno fosse molto pesante. Ma da ora in avanti potranno tornare a una vita normale. Perché l’impetuoso quarantenne, (residente in un altro Comune nel padovano, e lì solo domiciliato) ha “stalkerizzato” l’intero stabile con la sua azione «persecutoria, di molestie e disturbo». A deciderlo il giudice per le indagini preliminari, che lo ha “sfrattato” e ha disposto nei suoi confronti una misura cautelare: l’uomo non deve avvicinarsi a meno di 500 metri dal condominio e dai suoi residenti, con i quali non dovrà più avere contatto, come riporta il Gazzettino Nordest.  








PROMO

                   







Nessun commento: