20 feb 2013

Il brano Inedito di Adriano Celentano orienta il voto al m5s: "Se non voti ti fai del male", meglio se per Grillo e il messaggio. (VIDEO)




PROMO

            




Lo spauracchio pre-elettorale di Adriano Celentano si presenta in perfetto tempismo, abbracciando uno “squisito” intento politico. Per quest’anno l’acclamato cantautore italiano, saltando il palco di Sanremo e scartando eventuali programmi televisivi, ha deciso di esporsi con una semplice canzone. Trattasi, meglio di una sorta di “arringa” musicata.
Il titolo: Se non voti, ti fai del male!. Un brano lungo sei minuti che risponde al manifesto obiettivo di calcare sul dovere e sull’obbligatorietà  del voto (“se non voti non cambia niente”). Tra le righe, la finalità poco più celata sembra invece quella di orientare la rotta dell’elettorato italiano verso il movimento di Beppe Grillo. Il riferimento canoro all’ onda  nuova che è partita dal niente e come una valanga sta avanzando, come un ciclone, per abbattere il marcio della nazione” pare, infatti, un chiaro endorsement al Movimento Cinque Stelle.










PROMO

           








Nessun commento: